Menu secondario

.,

Consiglio di Stato (ordinanza) promozione primi dirigenti del 27-01-2010

/
Repubblica

REPUBBLICA ITALIANA

Il Consiglio di Stato

in sede giurisdizionale (Sezione Sesta)

ha pronunciato la presente

ORDINANZA

Sul ricorso numero di registro generale 10193 del 2009, proposto da: 
Ministero delle Politiche Agricole e Forestali - Corpo Forestale dello Stato, rappresentato e difeso dall'Avvocatura Generale dello Stato presso cui domicilia per legge in Roma, via dei Portoghesi 12; 

contro

Pieredoardo Mulattiero, rappresentato e difeso dagli avv.ti Giovanni Acquarone, Marco Barilati e Luca Gabrielli, con domicilio eletto presso quest’ultimo in Roma, via Nazionale 200; 

nei confronti di

Giuseppe Melfi, Mario Rigoli, n.c.; 

e con l'intervento di

ad adiuvandum:
Gualberto Mancini, Giuseppe Vadala', Flavio Renzi, Giuseppe Polci, Nevio Savini, Simonetta De Guz, Giorgio Morelli, Giampiero Costantini, Antonio Danilo Mostacchi, Gianfranco Aloisio, Giuseppe Melfi, Aldo Valenti, Vittorio Chiesa, Paolo Moizi, Giuseppe Nicola Silletti, Nicola Di Fusco, Fabrizio Mari, Mario Priolo, Filadelfo Maglitto, Nicola Costantino, Paolo Salsotto, Silvano Deflorian, Francesco Curcio, Adolfo Faidiga, Alberto Piccin, Paolo Zanetti, Giuseppe Graziano, Giovanni Vetrone, Paola Maria Tomassone, Alessandro Baglioni, Eduardo Spataro, Maurizio Folliero, Giovanni Naccarato, Gianpiero Andreatta, Pierangelo Baratta, Attilio Menia Cacciator, Alberto Ricci, Renzo Morolla, rappresentati e difesi dagli avv.ti Claudia Zhara Buda e Massimo Zhara Buda, con domicilio eletto presso lo Studio Legale Zhara Buda in Roma, via Orti della Farnesina 155; 
ad opponendum:
Giuseppe Cavaliere, Evaristo Ferrantino, rappresentati e difesi dagli avv.ti Raffaele Titomanlio e Giuseppe Vetrano, con domicilio eletto presso il primo in Roma, via Terenzio 7; 

per la riforma

della sentenza del T.A.R. LAZIO - ROMA: SEZIONE II TER n. 09974/2009, resa tra le parti, concernente CORSO DI FORMAZIONE DIRIGENZIALE - CORPO FORESTALE DELLO STATO.

Visto l'art. 33, commi terzo e quarto, della legge 6 dicembre 1971, n. 1034, come modificato dalla legge 21 luglio 2000, n. 205;

Visto il ricorso in appello con i relativi allegati;

Visti tutti gli atti della causa;

Vista la domanda di sospensione dell'efficacia della sentenza di accoglimento presentata in via incidentale dalla parte appellante;

Visto l'atto di costituzione in giudizio di Pieredoardo Mulattiero, nonché gli atti di intervento, ad adjuvandum e ad opponendum, sopra indicati;

Relatore, nella camera di consiglio del giorno 26 gennaio 2010, il Cons. Paolo Buonvino;

Uditi, per le parti, l'avvocato dello stato Isabella Corsini e gli avvocati , Barilati, Zhara Buda e Vetrano;

Ritenuto che, nella comparazione dergli interessi in gioco, appare prevalente quello dell’Amministrazione alla continuità del servizio nella pienezza dei poteri da parte dei vincitori della procedura comparativa di cui si tratta;

P.Q.M.

Accoglie l'istanza cautelare (Ricorso numero: 10193/2009) e, per l'effetto, sospende l'efficacia della sentenza impugnata.

La presente ordinanza sarà eseguita dall'Amministrazione ed è depositata presso la segreteria della Sezione che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 26 gennaio 2010 con l'intervento dei Magistrati:

Giovanni Ruoppolo, Presidente

Paolo Buonvino, Consigliere, Estensore

Luciano Barra Caracciolo, Consigliere

Rosanna De Nictolis, Consigliere

Giancarlo Montedoro, Consigliere

L'ESTENSORE

IL PRESIDENTE

DEPOSITATA IN SEGRETERIA il 27/01/2010

IL SEGRETARIO

Sviluppato da Maxsos