Menu secondario

.,

Contratto: dopo la firma il Governo rispetti il Patto!

Date: 01-08-2007 / Author: sapaf /


Si è concluso oggi l'iter che ha portatao alla definizione del rinnovo contrattuale economico (2006-2007) e normativo (2006-2009) con la convocazione formale a Palazzo Chigi da parte del Governo delle Organizzazioni Sindacali e delle Rappresentanze militari del Comparto Sicurezza, per la sottoscrizione dell'accordo.

Il Consiglio dei Ministri di domani dovrebbe ratificare l'accordo inviandolo successivamente al Presidente della Repubblica per l'emanazione del relati Decreto. Con ogni probabilità gli stipendi di settembre dovrebbero già essere corrisposti con i nuovi aumenti, anche in considerazione della "accellerazione" che il Governo ha imposto in questi ultimi giorni al tavolo di confronto per definire l'accordo: peccato che nei 18 mesi precedenti nessuno si era preoccupato che le Forze di Polizia avevano il contratto scaduto ...

Fatto è che le risorse (poche) stanziate dalla Finanziaria 2007 non consentivano diversificazioni di utilizzo, per questo il tavolo sindacale ha richiesto ed ottenuto di riversare la maggior parte delle risorse sugli emolumenti fissi (parametro e indennità pensionabile). Risorse che attengono meramente al recupero inflativo (4,46%) previsto per legge e 5 euro di aumento, per compensare la specificità!

Indennità notturne, festive, rivalutazione dell'ora di straordinario e dei buoni-pasto, dovranno trovare spazio (forse) nella coda contrattuale di gennaio 2008, già prevista in virtù dell'accordo Governo e Sindacati del Pubblico Impiego del 29 maggio 2007, che prevede ulteriori risorse da stanziare con la Finanziaria 2008.

La CONSULTA SICUREZZA si è dichiarata, coerentemente con quanto rappresentato fin dalla manifestazione dei 70.000 del 5 dicembre 2006 contro la Finanziaria, dissenziente rispetto alle risorse disponibili, rivendicando 450 milioni di euro a titolo di specificità delle Forze di Polizia in luogo dei 40 + 80 milioni disponibili oggi.

Per questo ha sottolineato l'importanza dell'allegato all'accordo, che prevede la costituzione di un tavolo di confronto in settembre per definire il "Patto per la sicurezza", dove dovrà necessariamente trovare spazio, oltre alla specificità, anche l'inizio del Riordino delle carriere. Il Patto dovrà necessariamente influire sulla prossima Finanziaria, facendo si che alle parole il Governo faccia seguire fatti concreti! In caso contrario, la CONSULTA tornerà a mobilitare di nuovo poliziotti, penitenziari e forestali!

Nella sezione "CONTRATTO" trovate tutti i testi riferiti all'accordo contrattuale.

Sviluppato da Maxsos