Menu secondario

.,

La Forestale che ci piace!

291 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
marco_moroni
Ritratto di marco_moroni
Offline
Last seen: 2 mesi 2 settimane fa
Iscritto: 20/03/2006 - 20:21
La Forestale che ci piace!
Volevo esprimere il mio apprezzamento per le attività svolte dal CFS in Umbria. http://www3.corpoforestale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/3609 http://www3.corpoforestale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/3578 Ho imparato a diffidare dei dati e dei comunicati della nostra amministrazione, ma comunque sembrano attività ber organizzate e proficue nei risultati. Dalle mie parti certe attività sono semplicemente impensabili, non perché mancherebbero le capacità di farle manca proprio la volontà verticistica di concepirle.

marco moroni

Zampa
Offline
Last seen: 1 anno 2 settimane fa
Iscritto: 26/12/2009 - 13:53
Ti confermo le attività svolte e reali. Il tutto è dovuto all'arrivo del nuovo Comandante Regionale Primo Dirigente CONTI GUIDO.
SE SI VUOLE ESSERE FORZA DI POLIZIA LO SI DEVE ESSERE H 24 -
marco_moroni
Ritratto di marco_moroni
Offline
Last seen: 2 mesi 2 settimane fa
Iscritto: 20/03/2006 - 20:21
Visto che, finalmente, qualcuno ha aperto un topic per questa rubrica, ce ne facciamo carico e la rinominiamo correttamente! Ricordo a tutti gli utenti che la rubrica, sorta da poco tempo ma già famosa in tutto il CFS (e anche un po' invidiata da altri oltre che copiata!) si alimenta attraverso le vostre comunicazioni: fare una ricerca da parte nostra in internet per trovare le notizie, ci sembra un copia ed incolla poco gratificante; ricevere, invece, dai diretti interessati comunicazione delle operazioni effettuate (magari corredate da qualche foto) è il modo corretto per dare risalto a tutte quelle questioni che per vari motivi non vengono riportate dai media e, a volte, neanche dall'ufficio stampa del CFS. Quindi, in questo topic potete sicuramente postare tutte le vostre notizie e segnalazioni, noi avremo cura di verificarle e di pubblicarle nel nostro sito per darne un più ampio risalto! Grazie a tutti coloro che vorranno alimentare questa iniziativa!

marco moroni

Zampa
Offline
Last seen: 1 anno 2 settimane fa
Iscritto: 26/12/2009 - 13:53
"refluo" wrote: Volevo esprimere il mio apprezzamento per le attività svolte dal CFS in Umbria. http://www3.corpoforestale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/3609 http://www3.corpoforestale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/3578 Ho imparato a diffidare dei dati e dei comunicati della nostra amministrazione, ma comunque sembrano attività ber organizzate e proficue nei risultati. Dalle mie parti certe attività sono semplicemente impensabili, non perché mancherebbero le capacità di farle manca proprio la volontà verticistica di concepirle.
A conferma: http://www.uglcfs.it/notizie/1982-rifiuti-umbria-4-denunce-per-sversamento-materiali-speciali-nel-parco-dei-monti-sibillini.html
SE SI VUOLE ESSERE FORZA DI POLIZIA LO SI DEVE ESSERE H 24 -
rederik79
Offline
Last seen: 1 anno 2 settimane fa
Iscritto: 06/09/2008 - 14:04
LA SPEZIA - Sigilli alle suite dell'Eco del Mare, il rinomato stabilimento per vip a Lerici (La Spezia) di proprietà della compagna del cantante Adelmo Fornaciari, in arte Zucchero. Il gip ha confermato il sequestro di tre delle sei suite e della terrazza coperta del ristorante. La notizia, che verrà pubblicata sul numero di domani del settimanale Oggi, é stata confermata all'ANSA dal Corpo Forestale di La Spezia. Lo scorso 4 agosto agenti della forestale avevano messo i sigilli alle strutture considerate abusive perché difformi al progetto originario. Oggi il tribunale ha confermato il sequestro delle tre suite di lusso - prezzo 690 euro a notte - che erano già state sequestrate una prima volta nel 2008 perché costruite sopra le cabine. L'Eco del Mare, farà ricorso contro il sequestro. Nei prossimi giorni, secondo quanto si apprende, gli avvocati di casa Zucchero presenteranno nuova istanza di dissequestro, allegando il foglio di collaudo delle suite e la dichiarazione di chiusura dei lavori. Nell'ordinanza di sequestro, il giudice per le indagini preliminari, su proposta del pm Luca Monteverde, aveva rilevato alcune irregolarità nel collaudo delle suite. Di qui i sigilli degli agenti della forestale, un sequestro confermato oggi dal tribunale. Le suite, 690 euro a notte, erano già state sequestrate una prima volta nel 2008
rederik79
Offline
Last seen: 1 anno 2 settimane fa
Iscritto: 06/09/2008 - 14:04
La fonte di questa notizia è ANSA.it
Valter Cipolloni
Offline
Last seen: 1 anno 4 mesi fa
Iscritto: 29/01/2010 - 13:29
notizia di oggi dal sito GrNet.it: Forestale, incendi boschivi: due minori arrestati in Campania. Roma, 28 ago – Le indagini del Corpo forestale dello Stato hanno portato, nel tardo pomeriggio di ieri, all’identificazione e all’arresto di un ragazzo e di una ragazza, rispettivamente di 15 e 17 anni nel Comune di Bonea, in provincia di Benevento, per incendio boschivo doloso. I giovani, residenti del luogo, sono stati individuati grazie all’attività della Forestale, iniziata alcuni giorni fa in seguito al ripetersi di numerosi roghi nella zona, con appostamenti e il piazzamento di telecamere di sorveglianza collocate su supporti all’interno di una zona boscata che ricade nel Parco Naturale Regionale del Taburno – Camposauro. Sono stati proprio gli uomini del Comando Stazione di Montesarchio, del Comando Provinciale e del Nucleo Investigativo Provinciale di Polizia Ambientale e Forestale di Benevento del Corpo forestale dello Stato, in collaborazione con il Nucleo Investigativo Antincendio Boschivo, appostati nella zona, a cogliere in flagranza di reato i due giovani mentre, con un accendino, appiccavano il fuoco alla vegetazione a bordo strada. Le fiamme, alimentate dal forte vento, si sono immediatamente propagate ed estese al bosco circostante provocando un incendio, ormai spento, e sul quale sono intervenute numerose squadre antincendio e alcuni uomini del Comando Stazione Forestale di Torrecuso (BN) che hanno diretto le operazioni di spegnimento delle fiamme. I due minori, che hanno tentato la fuga a bordo di un motorino senza targa e senza documenti, hanno cercato di superare ben due posti di blocco. Raggiunti dai Forestali, dopo un rocambolesco inseguimento, i due giovani hanno giustificato il loro gesto dicendo di aver voluto eliminare le sterpaglie. L’Autorità Giudiziaria competente ha disposto, per la ragazza la traduzione nel carcere minorile femminile di Nisida, mentre il ragazzo è stato condotto presso il centro di prima accoglienza di Napoli. I due dovranno ora rispondere di incendio boschivo doloso che prevede l’arresto da 4 a 10 anni e di resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione. L’intervento di ieri della Forestale si inquadra nella costante attività di monitoraggio e di contrasto al fenomeno, che quotidianamente il Nucleo Investigativo Antincendio Boschivo svolge sul territorio nazionale. Azione potenziata, dall’inizio dell’estate, in considerazione anche dell’aumento dei fattori climatologici che stanno favorendo l’insorgere dei roghi. Il Nucleo Investigativo Antincendi Boschivi (NIAB) del Corpo forestale dello Stato analizza le diverse situazioni legate agli incendi boschivi e applica tecniche di investigazione sofisticate e all’avanguardia. Per migliorare i risultati e le modalità operative nella lotta ai crimini incendiari si avvale di una specifica metodologia tecnica di repertazione, finalizzata alla ricerca del luogo di insorgenza dell’incendio, all’individuazione degli inneschi e degli ordigni incendiari adoperati. Quella di ieri è stata un’importante operazione del Corpo forestale dello Stato che ha ricevuto anche il plauso dell’Assessore Regionale all’Agricoltura della Campania Vito Amendolara.
mmucci
Ritratto di mmucci
Offline
Last seen: 1 anno 4 mesi fa
Iscritto: 05/09/2008 - 13:33
AL TG5 DELLE 20.00 OGGI 27 SETTEMBRE HANNO FATTO VEDERE UN SERVIZIO TIPO L' OPERAZIONE KUTYA EFFETTUATO DAL C.F.S. NELLE PROVINCE DI PISTOIA E PRATO IN MERITO AL TRAFFICO ILLEGALE DEI CUCCIOLI PROVENIENTI DALL'UNGHERIA. PECCATO CHE E' STATO ISTITUITO UN TAVOLO TECNICO NAZIONALE PER CONTRASTARE TALE FENOMENO ILLEGALE FORMATO DAL MINISTERO DEGLI ESTERI, LAV E COMANDO GENERALE CARABINIERI, INFATTI A TALE TAVOLO VI ERA UN GENERALE DELL'ARMA; NATURALMENTE DEL C.F.S. NESSUNO. BUONA NOTTE E VIVA L'ITALIA.
Giuser
Offline
Last seen: 1 anno 1 settimana fa
Iscritto: 04/09/2010 - 10:31
Anche io ho visto il servizio, l'ho seguito aspettandomi di veder spuntare da un momento all'altro una divisa grigia, ma niente...
refluo
Offline
Last seen: 1 anno 1 mese fa
Iscritto: 24/12/2008 - 17:59
"SpecialOne" wrote:
"Giuser" wrote: Anche io ho visto il servizio, l'ho seguito aspettandomi di veder spuntare da un momento all'altro una divisa grigia, ma niente...
i nostri capi in tv non li vedrete mai ancora non l'avete capito? loro si nascondono e vogliono tener nascosti anke noi,così meno ci vedono e meno si ricordano ke esistiamo e nessuno ci rompe le scatole! se volete vedere i nostri ufficiali andate agli assessorati delle regioni, quella è la seconda casa loro, dove vanno per i loro intrallazzi! ricordate che la maggior parte di loro quando termina il loro turno giornaliero è chi laureato in scienze forestali, chi ambientali, chi collabora con studi tecnici ecc, e quale modo migliore di andare a intrallazzare in servizio in regione,comunità montane ecc!
Non sarei così drastico, ma sono d’accordissimo sul fatto che la stragrande maggioranza dei funzionari non vuole proprio fare la PG e tanto meno apparire sui media. Le priorità sono AIB e lavoro tecnico. P.S.: più ci vedono in TV più c’è il rischi che la gente si chieda, ma cosa fa la forestale? Allora saremmo noi la specie in pericolo di estinzione. :lol::lol::lol:
Poche cose ma fatte bene
mmucci
Ritratto di mmucci
Offline
Last seen: 1 anno 4 mesi fa
Iscritto: 05/09/2008 - 13:33
"mmucci" wrote: AL TG5 DELLE 20.00 OGGI 27 SETTEMBRE HANNO FATTO VEDERE UN SERVIZIO TIPO L' OPERAZIONE KUTYA EFFETTUATO DAL C.F.S. NELLE PROVINCE DI PISTOIA E PRATO IN MERITO AL TRAFFICO ILLEGALE DEI CUCCIOLI PROVENIENTI DALL'UNGHERIA. PECCATO CHE E' STATO ISTITUITO UN TAVOLO TECNICO NAZIONALE PER CONTRASTARE TALE FENOMENO ILLEGALE FORMATO DAL MINISTERO DEGLI ESTERI, LAV E COMANDO GENERALE CARABINIERI, INFATTI A TALE TAVOLO VI ERA UN GENERALE DELL'ARMA; NATURALMENTE DEL C.F.S. NESSUNO. BUONA NOTTE E VIVA L'ITALIA.
DI SEGUITO VOGLIO RENDERE PUBBLICO UNO SFOGO DI UN CARISSIMO AMICO NONCHE' COLLEGA E ISCRITTO DA SEMPRE AL SAPAF CHE MI HA INVIATO UNA MAIL DOPO IL MIO MESSAGGIO PRECEDENTE: QUESTO CARO AMICO NONOSTANTE GLI OLTRE 30 ANNI DI SERVIZIO RIMANE UN ESEMPIO DA SEGUIRE PER TUTTI NOI, PROFESSIONALMENTE INECCEPIBILE, SEMPRE DISPONIBILE H 24, NONCHE' UNA PERSONA PERBENE CHE NEI SUOI LUNGHI ANNI DI SERVIZIO HA FATTO APPREZZARE IL CFS IN TUTTE LE SEDI ISTITUZIONALI; INFATTI MOLTISSIMI COLLEGHI DELLE ALTRE FF.PP LO CONTATTANO SEMPRE PER QUALSIASI CONSIGLIO UTILE, GRAZIE ANCORA. TESTO INTEGRALE: Ho appreso con “amarezza” che per l’ennesima volta il C.F.S. viene scavalcato da altri Corpi/Enti (molte volte i CC.), che ulteriormente si “appropriano” di compiti e funzioni a noi demandate per legge e, ancora una volta di più mi meraviglio (sembra assurdo, ma nonostante l’età e l’esperienza in questa Amm/ne, continuo a meravigliarmi), di come altre Amm/ni/Corpi ci vengano (o tentino) di volta in volta a togliere spudoratamente compiti che giornalmente assolviamo, senza che la Ns. Amm/ne faccia niente perché ciò non avvenga!!!!!!!. Per questo trasmetto la memoria di seguito riportata, affinchè sia voglia inoltrata alla Dirigenza del SAPAF perché vogliano far qualcosa per evitare il continuo ripetersi di analoghi episodi. A me sembra che dei fatti di cui parlo, interessi ben poco alla Ns. Amm/ne, ma anche ai Ns. Sindacati, che dovrebbero vigilare affinchè ciò non succedesse e quantomeno “far rumore” pubblicamente e nelle sedi opportune, eventualmente dopo che ciò è avvenuto. Siamo stufi di rincorrere treni già passati!!!!!!!!!!! Nel caso specifico, mi riferisco al fatto che sulle reti tv nazionali è stata data notizia e fatta vedere, la conferenza stampa tenuta il 27/09/11 dal Ministro degli Affari Esteri, Franco Frattini e il Direttore generale della Sanità animale e del Farmaco veterinario D.ssa Gaetana Ferri (in rappresentanza del Sottosegretario alla Salute, On. Francesca Martini), in occasione della presentazione della pubblicazione del Manuale sulle “Procedure per l’esecuzione dei controlli della movimentazione comunitaria di cani e gatti” (redatto dal Ministero della Salute in collaborazione con la Federazione Nazionale degli Ordini dei Veterinari Italiani (FNOVI), dalla Lega Anti Vivisezione (LAV)), ed a cui risultano intervenuti altresì il Vicepresidente della LAV, Dott. Roberto Bennati, il Presidente della FNOVI, Dott. Gaetano Penocchio, il Comandante dei Nas, Generale Cosimo Piccinno, il Direttore del Servizio Polizia Stradale del Ministero dell’Interno, Dott. Roberto Sgalla, ma (come il più delle volte succede), nessun rappresentante del Corpo Forestale dello Stato!!!!!!!! (vedi comunicato stampa del Ministero della Salute , e resoconto della conferenza). Già mi pare grave se non siano stati invitati ufficialmente, ed eventualmente ancor più grave se pur invitati non siano stati fatti intervenire. Sembra che il fatto descritto, sia passato del tutto inosservato, dato che nessuno, né l’Amm/ne, né i Sindacati, né Associazioni di settore abbiano posto in evidenza tale mancanza Eppure mi risulta che al CFS sia specificatamente per Legge demandato “prioritariamente” il compito di vigilare sulle attività di prevenzione dei reati ex L. 20/07/2004 n° 189, come espressamente indicato nel Decreto 23 marzo 2007 del Ministro dell’Interno che ha individuato le modalità di coordinamento delle attività delle Forze di polizia e dei Corpi di Polizia Municipale e Provinciale, allo scopo di prevenire e contrastare gli illeciti penali commessi nei confronti di animali, così recitando:“ Le attivita' di prevenzione dei reati di cui alla legge 20 luglio 2004, n. 189 sono demandate in via prioritaria al Corpo forestale dello Stato e, nell'ambito territoriale dell'ente di appartenenza ed in quello funzionale dei rispettivi ordinamenti ed attribuzioni, ai Corpi di polizia municipale e provinciale, ferme restando comunque le funzioni di polizia giudiziaria che la legge rimette a ciascuna Forza di polizia”, demandando ai Prefetti nell'ambito delle funzioni di coordinamento ed indirizzo unitario dei piani di controllo del territorio, previa consultazione dei Comitati provinciali per l'ordine e la sicurezza pubblica, individuano le modalità del concorso dell'Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato nelle medesime attività di prevenzione, in relazione alle specifiche attribuzioni e competenze ed al patrimonio di professionalità presente nelle due Forze di Polizia, nonché le modalità del concorso del Corpo della Guardia di Finanza con riguardo alle specifiche competenze ad esso demandate in materia di polizia economica e finanziaria a tutela del bilancio pubblico Il predetto Decreto, era stato promulgato tra l’altro, in base alle seguenti motivazioni: a)Visto l'articolo 2, comma 1, della legge 6 febbraio 2004, n. 36, e successive modifiche ed integrazioni, che attribuisce al Corpo forestale dello Stato specifici compiti in materia di vigilanza, prevenzione e repressione delle violazioni compiute in danno dell'ambiente, con specifico riferimento alla tutela del patrimonio faunistico (lettera b) e specifici compiti in materia di controllo e certificazione del commercio internazionale e della detenzione di esemplari di fauna minacciati di estinzione, tutelati ai sensi della Convenzione CITES sul commercio internazionale delle specie animali in via di estinzione, resa esecutiva con legge 19 dicembre 1975, n. 874 e della relativa normativa comunitaria (lettera c); b)Ravvisata l'opportunità che venga valorizzato, ai fini dell'attuazione della citata legge n. 189 del 2004, lo specifico patrimonio di professionalità e di esperienza acquisito dal Corpo forestale dello Stato nel settore della prevenzione e del contrasto degli illeciti in materia ambientale, con particolare riguardo alla tutela del mondo animale. Proprio in seguito al predetto Decreto, l’Amm/ne ha creato lo speciale Nucleo Investigativo per i Reati in Danno agli Animali (NIRDA), struttura specializzata che ha lo scopo di contrastare e reprimere tutti i fenomeni criminosi che comportano reati in danno agli animali, con particolare riferimento alle norme previste dalla legge n. 189/2004, contenente le “Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali, nonché di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate”. Sempre il Ministero dell’Interno, con il DECRETO 28 aprile 2006 “Riassetto dei comparti di specialità delle Forze di polizia”, aveva fissato le direttive per il riassetto dei comparti di specialità delle Forze di Polizia, disponendo per il CFS nell’ambito della “Sicurezza in materia ambientale” quanto segue: “Il Corpo forestale dello Stato curerà le attività di prevenzione e contrasto degli illeciti in materia ambientale con riguardo alle attività di: tutela degli ecosistemi agro-forestali attraverso l'attività di prevenzione e repressione delle violazioni in danno all'ambiente e al paesaggio nonché di contrasto di specifiche forme di inquinamento connesse anche con il ciclo dei rifiuti e delle acque; monitoraggio e controllo del territorio ai fini della prevenzione del dissesto idrogeologico; prevenzione e contrasto degli incendi boschivi; tutela delle foreste e della biodiversità delle specie vegetali ed animali in attuazione di norme nazionali e internazionali. Tutela degli animali dai maltrattamenti; sorveglianza delle aree naturali protette e tutela del patrimonio naturalistico nazionale; concorso nelle attività volte al rispetto della normativa in materia di sicurezza agroalimentare, con particolare riferimento ai cicli produttivi in pieno campo; esercizio di attribuzioni demandate dal Ministero delle politiche agricole e forestali derivanti dalla normativa comunitaria. Peraltro, viene data notizia che il succitato Manuale sulle “Procedure per l’esecuzione dei controlli della movimentazione comunitaria di cani e gatti”, verrà distribuito alla Polizia di Stato, Carabinieri, Veterinari, Servizi Ausl, ma non si parla di consegnarlo anche al CFS!!!!!!!!! Anche questo, permettetemi mi pare veramente assurdo, e qualcuno sarà bene che si interessi per farlo avere ai Comandi CFS: Un altro fatto a cui ho assistito, è quello di pochi giorni orsono sulla rete televisiva toscana “RETE 37”, in prima serata è stato fatto vedere un programma giornalistico dal titolo “AGRIMAFIA” in cui si parlava di un convegno tenutosi il 10/09/11 a Livorno presso la CCIAA in cui si è illustrato del “1° Rapporto sui crimini agroalimentari in Italia “ redatto da Eurispes e Coldiretti. Nel programma televisivo era presente tra gli altri invitati alla discussione, anche il Colonnello Antonio Concezio Amoroso Vice Comandante Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, ma anche in questo caso nessun rappresentante del Corpo Forestale dello Stato. Ebbene vi rimando agli atti di legge già menzionati sopra, per rendervi conto che probabilmente a tale trasmissione doveva essere invitato qualche rappresentante del CFS, dato che la tutela agro ambientale è affidata prioritamente al CFS con varie normative di cui ho già precedentemente parlato. Ritengo pertanto che debbano essere poste in atto tutte quelle attività istituzionali, di rappresentanza e sindacali, necessarie affinchè vengano tutelati i compiti del CFS, perché se si continua con questa noncuranza a subire la sudditanza verso Enti o Corpi che si buttano a corpo morti su compiti che ci spettano di diritto, magari solo perché sono attività che danno lustro agli occhi dell’opinione pubblica e dei mass media, finiremo ben presto come Corpo, a morire di “morte naturale” per mancanza di compiti istituzionali (se non quelli residui che altri non vogliono (soprattutto amministrativi), ma che in tanti ben potrebbero fare). OGNI ULTERIORE COMMENTO MI SEMBRA SUPERFLUO.

Pagine

Sviluppato da Maxsos