Menu secondario

.,

La Forestale che ci piace: Montebuono (RI), multe per abbandono di rifiuti grazie alle "fototrappole"

Date: 22-11-2016 / Author: sapaf /
La Forestale che ci piace!

Punto a favore dell’ambiente e della collettività”. A parlare è il sindaco Marco Cortella che così si è espresso rispetto all’attività condotta, congiuntamente, dalla Forestale della stazione di Montebuono e dai carabinieri di Stimigliano, che nei giorni scorsi hanno sanzionato ben quattro cittadini, tutti italiani e tutti residenti nel piccolo comune sabino, perché pizzicati ad abbandonare rifiuti in una zona a poca distanza dal centro storico del paese.

“Abbiamo appreso con grande soddisfazione di questo primo, importante, risultato – prosegue Cortella – da anni, come amministrazione stiamo lavorando molto alla tutela dell’ambiente e alla sensibilizzazione dei cittadini, ma a distanza di oltre tre anni dall’avvio della raccolta differenziata, che sta procedendo con importanti successi, ancora ci sono degli incivili che abbandonano rifiuti deturpando l’ambiente”.

L’attività congiunta delle forze dell’ordine si è resa possibile anche grazie a dei dispositivi che la stessa amministrazione ha acquistato e messo a disposizione. Il Comune, infatti, ha acquistato delle “fototrappole”, dei dispositivi cioè che hanno permesso di cogliere in flagranza di reato i trasgressori i quali, una volta fotografati, sono stati facilmente riconosciuti. Per tutti, privati cittadini, è scattata la multa: verbali “salati” da 600 euro.

“Mi corre l'obbligo – conclude il sindaco - di ringraziare il Corpo Forestale dello Stato ed il suo comandante ispettore Francesco Di Mattei per il grande lavoro di monitoraggio e repressione del fenomeno di abbandono dei rifiuti sul nostro territorio comunale. E’ un grande risultato e sono convinto che la stragrande maggioranza della cittadinanza andrà fiera di quanto fatto. Nei giorni scorsi, presso la sede comunale, ho consegnato al comandante altre due fototrappole acquistate dal Comune, che unitamente a quelle in dotazione al comando Cfs di Montebuono ed in sinergia con il comando dei carabinieri, serviranno ad implementare il lavoro di monitoraggio e repressione di questi inqualificabili gesti in danno dell'ambiente. Ora lavoreremo per capire se i proventi di queste multe potranno essere utilizzati a beneficio dell’ambiente con interventi nel nostro territorio”.

Fonte: CorrierediRieti.it

Sviluppato da Maxsos