Menu secondario

.,

Quello che hanno subito i Forestali con l'applicazione del decreto legislativo 177/2016 è indicibile, come avevamo previsto: militarizzazione forzata e fuori uscita dal Comparto Sictrezza, nei migliori dei casi! Nonostante le nostre iniziative, il crudele destino segnato da un Governo (Renzi) che rimarrà nella storia per questa militarizzazione forzata di uomini e donne che non hanno mai scelto tale soluzione. Ma molti di noi hanno seminato quella speranza che non è mai venuta meneo, presentando migliaia di ricorsi in ogni TAR d'Italia! Non solo, il sindacato (congiuntamente alla UGL-CFS ha presentato anche un ricorso alla Commissione di giustizia europea per vedere riconosciuti i propri diritti anche nell'amministrazione militare.
Il SAPAF, quindi, c'è e continuerà ad esserci, per tutti coloro che credono nella nostra vittoria!
Abbiamo anche verificato che tra gli iscritti passati ad altre amministrazioni civili, è stata mantenuta l'scrizione ai sindacati dell'ex CFS: ci spiace per le trattenute che vengono effettuate, ma non dipende da noi. Invitiamo, quindi, tutti coloro che si trovano in questa situazione a presentare la disdetta dal sindacato, inviandola sia all'amministrazione di appartenenza che alla Funzione Pubblica e a NoiPA (che cura gli stipendi), allegando sia la nota dell'URS dell'ex CFS che quella della Funzione Pubblica, emesse a dicembre 2016. Allo stesso tempo, coloro i quali vorranno restituite le quote di questi mesi, potranno scrivere una mail a sapaf@sapaf.it, indicando cognome e nome, regione, entità del rimborso e IBAN, in modo che possa essere effettuato il relativo bonifico.

TAR Pescara 235/2017 rinvio in Corte Costituzionale

E' stata emessa dal TAR Pescara la prima importante ordinanza che rinvia uno dei tanti #ricorsiforestale alla Corte Costituzionale per il dubbio di costituzionalità. Nello specifico si tratta di un Vice Sovrintendente, rappresentato dall'Avvocato Egidio Lizza (legale del cartello sindacale SAPAF-UGL CFS-DIRFOR) transitato nell'Arma dei Carabinieri in applicazione della legge 124/2015 attraverso il decreto legislativo 177/2016: entrambe le norme sono state messe in discussione dal TAR Pescara, nella parte in cui si militarizza il personale ex CFS senza alcuna possibilità di scelta (ovvero solo con una parvenza di scelta).
Da questo momento in poi, tutti i TAR dove sono stati presentati i ricorsi contro la militarizzazione, dovranno sospendere il proprio giudizio in attesa di quanto deciderà la Corte Costituzionale. I tempi previsti si aggirano sui 18 mesi ma intanto, viene confermata la strategia legale che i sindacati del cartello, insieme all'Avvocato Lizza, avevano indicato e di questo, visto l'enorme sforzo organizzativo sostenuto, me siamo orgogliosi!
Di seguito, il testo della Ordinanza.

Le iniziative legali proseguino

Date: 04-08-2017 / Author: sapaf

leggi in pdf   leggi il pdf

Roma, 05 agosto 2017

LE INIZIATIVE LEGALI PROSEGUONO

Primo incontro per il rinnovo contrattuale del Comparto Sicurezza

Date: 25-07-2017 / Author: sapaf

Oggi è un giorno triste: per la prima volta a Palazzo Vidoni, dove si incontrano il Governo, le sigle sindacali e le rappresentanze militari, non ci saranno i rappresentanti del Corpo forestale dello Stato!

Alcuni penseranno "meglio così, meno sindacalisti a perder tempo" ma noi tutti sappiamo che in questi oltre 20 anni il contributo apportato dai sindacati del CFS e dal SAPAF è sempre stato rilevante è determinante, come quando fu inserita nel contratto l'indennità di "alta montagna" quale riconoscimento della specificità e della professionalità dei Forestali!

Diritto all'Ambiente: deposito preliminare alla raccolta

Date: 15-05-2017 / Author: sapaf

diritto al''ambiente

IL “DEPOSITO PRELIMINARE ALLA RACCOLTA”

UNA MODIFICA ALLA DEFINIZIONE DI DEPOSITO TEMPORANEO DEI RIFIUTI CHE RISCHIA DI CREARE PERICOLOSI EQUIVOCI

A cura della Dott.ssa Valentina Vattani

Ricorsi Forestali: aggiornamenti

Date: 23-04-2017 / Author: sapaf

sapafugl-cfs

AGGIORNAMENTO AZIONI DECRETO LEGISLATIVO 177/2016.

UNFORCED: l'Europa sulla militarizzazione dei Forestali

Date: 23-04-2017 / Author: sapaf
unforced

unforced

UNFORCED: Militarizzazione Forestali, l’Europa chiede spiegazioni al Governo Italiano.

Diritto all'Ambiente: prescrizione delle contravvenzioni ambientali

Date: 19-04-2017 / Author: sapaf

diritto al''ambiente

LA PRESCRIZIONE PER L’ESTINZIONE DELLE CONTRAVVENZIONI IN CAMPO AMBIENTALE: GLI ASPETTI APPLICATIVI E LE PRINCIPALI PROBLEMATICHE INTERPRETATIVE

A cura della Dott.ssa Valentina Vattani

Aggiornamento ricorsi avverso il d.l.vo 177/2016

Date: 03-04-2017 / Author: sapaf

sapafugl-cfs

Come noto, in pieno accordo con l'Avvocato Egidio Lizza, abbiamo sin da subito calibrato la nostra strategia legale basando le azioni proposte su quanto disposto dall’art. 13, comma 3, del CPA, a mente del quale “per le controversie riguardanti pubblici dipendenti è inderogabilmente competente il tribunale nella cui circoscrizione territoriale è situata la sede di servizio”. Dinanzi ai TAR territoriali aditi sull’intero territorio nazionale, tuttavia, le prime difese dell’Avvocatura erariale sono state tutte protese verso una richiesta di accentramento del contenzioso dinanzi all’unico TAR del Lazio, sede di Roma. Alcuni Tribunali, nonostante le nostre memorie sul punto, hanno accolto la tesi dell’Avvocatura, dichiarando la competenza del Tar del Lazio - Roma, a decidere sulle procedure.

Diritto all'Ambiente: il delitto di inquinamento ambientale

Date: 03-04-2017 / Author: sapaf

diritto all'ambiente

IL DELITTO DI “INQUINAMENTO AMBIENTALE” ALLA LUCE DELL’ORIENTAMENTO GIURISPRUDENZIALE DELLA CASSAZIONE PENALE

A cura della Dott.ssa Valentina Vattani

Umiliazione per il Forestale Gigliotti - La Provincia Pavese

Date: 02-04-2017 / Author: sapaf

arturo gigliotti«Messo in pensione con una telefonata» Lo sfogo di Gigliotti 
L’ex comandante della Forestale di Zavattarello è deluso «Ho dovuto andarmene come un ladro». La rabbia sui social di Paolo Fizzarotti
ZAVATTARELLO. «Mi hanno mandato in pensione con una telefonata, a tradimento. Mi hanno dato tre ore di tempo per svuotare i cassetti, consegnare la pistola, le manette, i documenti e i verbali.

Pagine

Sviluppato da Maxsos