Menu secondario

.,

Repubblica

Lunedì dell'Angelo

Pasquetta

Leggi tutto

Santa Pasqua

Santa Pasqua

Leggi tutto

Funerali di Antonio Manganelli

Date: 23-03-2013 / Author: sapaf

funerali di manganelliOggi è un triste giorno per le donne e gli uomini in divisa:

il funerale del Prefetto Antonio Manganelli, Capo della Polizia di Stato, è un momento che ci rattrista e ci unisce tutti!

Circolari del Dipartimento della Pubblica Sicurezza

Date: 21-03-2013 / Author: sapaf

Con riferimento alla morte del Prefetto Antonio Manganelli, il Dipartimento della Publica Sicurezza ha emanato due circolari in merito all'esequie e alla possibilità di effettuare delle donazioni ad un Istituto oncologico.

Sentenza del TAR Emilia Romagna: trasferimento legge 104/1992

Date: 19-03-2013 / Author: sapaf

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Emilia Romagna

(Sezione Prima)

ha pronunciato la presente

SENTENZA

sul ricorso n. 1046 del 2011 proposto da D. F., rappresentato e difeso dall’avv. Silvia Contestabile e dall’avv. Andrea De Marchi, con domicilio presso la Segreteria della Sezione;

contro

il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, in persona del Ministro p.t., rappresentato e difeso dall’Avvocatura distrettuale dello Stato di Bologna, domiciliataria ex lege;

per l'annullamento

– quanto all’atto introduttivo della lite – della nota prot. n. 15140/11 del 5 luglio 2011, con cui il Capo del Corpo Forestale dello Stato ha disposto il rigetto dell’istanza di trasferimento presentata dal ricorrente ai sensi dell’art. 33, comma 5, della legge n. 104 del 1992;

– quanto all’atto di “motivi aggiunti” depositato il 9 maggio 2012 – della nota prot. n. 3455/2012 del 21 febbraio 2012, con cui il Capo del Corpo Forestale dello Stato ha confermato il rigetto dell’istanza di trasferimento presentata dal ricorrente ai sensi dell’art. 33, comma 5, della legge n. 104 del 1992;

……………………….per la condanna ……… dell’Amministrazione al risarcimento del danno.

Sentenza del TAR Lombardia avverso il diniego di partecipazione all'appello ordinario

Date: 19-03-2013 / Author: sapaf

REPUBBLICA ITALIANA

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia

(Sezione Quarta)

ha pronunciato la presente

ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 2690 del 2012, proposto da:

S.S., rappresentato e difeso dall'avv. Andrea De Marchi, con domicilio eletto in Milano, via Corridoni n. 39, c/o T.A.R. Lombardia;

contro

Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, rappresentato e difeso per legge dall'Avvocatura dello Stato, domiciliato in Milano, via Freguglia, 1; 

nei confronti di

G. G.; 

per l'annullamento

previa sospensione dell'efficacia,

del provvedimento emesso in data 19.7.2012 dal Capo del Servizio IV dell'Ispettorato Generale del C.F.S., comunicato in data 1.8.2012, con il quale l'istanza di trasferimento presentata dal ricorrente, in adesione all'appello ordinario nazionale, non è stata valutata per carenza dei requisiti di cui al comma 1 dell'art. 2 del D.C.C. 7.4.2010, nonchè, contro ogni altro provvedimento allo stesso presupposto, conseguenziale e/o connesso con riferimento al medesimo oggetto.

Eletti i Presidenti di Camera e Senato

Date: 16-03-2013 / Author: sapaf

Ci uniamo a tutti coloro che augurano un proficuo lavoro ai neo eletti Presidenti della Camera, On. Laura Boldrini, e del Senato, Sen. Pietro Grasso, con l'auspicio che il loro impegno istituzionale sia pari, se non superiore, alla fama che li precede!

Eccidio di via Fani

La mattina del 16 marzo 1978 un commando delle brigate rosse intercetto' in via Fani l'auto con a bordo Aldo Moro e la scorta, in pochi secondi sequestro' il presidente della Democrazia Cristiana e uccise i cinque colleghi che lo tutelavano.

Leggi tutto

Per non dimenticare: 35 anni fa l'eccidio di via Fani

Date: 16-03-2013 / Author: sapaf

scorta di aldo moroRicorre il 35esimo anniversario dell'eccidio di Via Mario Fani a Roma: un commando delle brigate rosse rapi' Aldo Moro e uccise i 5 membri della scorta (nella foto). Morirono il vice brigadiere di pubblica sicurezza Francesco Zizzi, le guardie di pubblica sicurezza Raffaele Iozzino, Giulio Rivera, il maresciallo Oreste Leonardi e l'appuntato Domenico Ricci.

La mattina del 16 marzo 1978 un commando delle brigate rosse intercetto' in via Fani l'auto con a bordo Aldo Moro e la scorta, in pochi secondi sequestro' il presidente della Democrazia Cristiana e uccise i cinque colleghi che lo tutelavano.

Le successive indagini della Digos capitolina permisero di assicurare alla giustizia sia gli esecutori materiali degli omicidi che i sequestratori.

Per non dimenticare!

Unità d'Italia

"Il Senato e la Camera dei Deputati hanno approvato; noi abbiamo sanzionato e promulghiamo quanto segue: Articolo unico: Il Re Vittorio Emanuele II assume per sé e suoi Successori il titolo di Re d'Italia. Ordiniamo che la presente, munita del Sigillo dello Stato, sia inserita nella raccolta degli atti del Governo, mandando a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato. Da Torino addì 17 marzo 1861".

Leggi tutto

Pagine

Sviluppato da Maxsos