Menu secondario

.,

TAR Lazio - Latina ricorso 836/2016 Decreto Presidente 13-12-2016

/
Repubblica

N. 00354/2016 REG.PROV.CAU.
N. 00836/2016 REG.RIC.

RI

REPUBBLICA ITALIANA

Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio

sezione staccata di Latina (Sezione Prima)

Il Presidente

ha pronunciato il presente

DECRETO

sul ricorso numero di registro generale 836 del 2016, proposto da: Alfonso Alfano, Primo Alviti, Clelia Aricò, Gianantonio Baratto, Marco Bedin, Francesco Bernabei, Francesca Buzzacco, Gaetano Cappelletti, Filippo Cifolelli, Mauro De Villa, Giuliana Ferranti, Mario Floris, Luana Garruti, Massimo Giulivo, Stefano Giulivo, Carla Innocenzi, Diego Valeriano Lo Casto, Claudio Maceroni, Marco Maule, Roberto Mayer, Alessandro Mirabile, Paolo Noal, Nicolò Ocello, Fabio Pagliaroli, Daniela Pallante, Giacinto Paniccia, Angelo Petrocelli, Maria Domenica Picone, Davide Repele, Margherita Ricci, Massimiliano Rossato, Pietro Polidoro, Silvano Sanguigni, Alessandra Sette, Giovanni Stirpe, Carlo Tasciotti, Davide Tebaldi, Simonetta Testana, Roberto Tovo, Francesco Treglia e Adelinde Usini, rappresentati e difesi dagli avvocati Eugenio Barrile e Francesco Nardocci, con domicilio eletto presso lo studio dell’avv. Riccardo Castelli in Latina, viale Mazzini 7;

contro

Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali,
Presidenza del Consiglio dei Ministri,

per l'annullamento

previa sospensione dell'efficacia,

della nota protocollo 88869 del 24 novembre 2016 a firma del Capo del Corpo Forestale dello Stato avente ad oggetto: 'Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21 novembre 2016, recante: 'determinazione del contingente del Corpo forestale dello Stato che potrà avvalersi della facoltà del transito ad altra amministrazione statale e definizione delle tabelle di equiparazione e dei criteri da applicare alle procedure di mobilità, ai sensi dell'art.12, comma 3, del decreto legislativo 19 agosto 2016 n.177';

Visti il ricorso e i relativi allegati;

Vista l'istanza di misure cautelari monocratiche proposta dal ricorrente, ai sensi dell'art. 56 cod. proc. amm.;

Visto l’art. 12, commi 3 e 4, del dgls 19 agosto 2016, n. 177;

Considerata la natura perentoria del termine per la presentazione delle istanze di cui al citato comma 4;

Ritenuta la sussistenza dei presupposti di cui all’art. 56 c.p.a.

P.Q.M.

Accoglie, fermo restando il termine perentorio di cui al citato comma 4 dell’art. 12.

Fissa per la trattazione collegiale la camera di consiglio del 12 gennaio 2017.

Il presente decreto sarà eseguito dall'Amministrazione ed è depositato presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Così deciso in Latina il giorno 13 dicembre 2016.

Il Presidente

Carlo Taglienti

IL SEGRETARIO

Sviluppato da Maxsos